CONSIGLIO PASTORALE DI SANT’ANDREA
è composto di 17 membri di diritto e 11 membri che hanno dato la
loro disponibilità
Consiglieri di diritto:
1. Mons. Pietro Cesco (Parroco)
don Tomasz Andrzej Gradzki (Vicario parrocchiale)
3. P. Giorgio De Luca (per la Comunità dei Cappuccini)
4. Adriano Bianco (Sacrista)
5. Carla Della Bianca (Direttrice dell’Oratorio Pio X)
6. Renzo Fantuzzo (Referente Consiglio Direttivo dell’Oratorio Pio X)
7. Francesca Bajo (Referente dei Catechisti)
8. Paolo Berti (Referente Caritas Parrocchiale)
9. Matteo Dal. Tin (Referente Circolo NOI Pio X)
10. Serena De Nigris (Referente Gruppo Chierichetti)
11. Marco Pasinato (Referente AC)
12. Simone Contrafatto (Referente Gruppo Educatori)
13. Giacomo Biason (Referente Gruppo Animatori dell’Oratorio Pio X)
14. Sante Mascarin (Referente Gruppo Sposi)
15. Lorenzo Ambrosio (Referente Cori parrocchiali)
16. Barbara Marchiò (Referente Ministri Straordinari della Comunione)
17. Icilio Daneluzzi (Referente Gruppo Lettori)

_______________________________________
Hanno dato la loro disponibilità e ne fanno parte:
1. Bruno Rinaldi
2. Paola Molin
3. Barbara Boatto
4. Rosi Surrente
5. Maria Grazia Gelsomini
6. Enrico Anzolin
7. Felicia Gal
8. Marco Nicodemo
9. Agostino Cangelosi
10. Guido Dal Moro
11. Giulio Steccanella

Dallo Statuto del Consiglio Pastorale Parrocchiale:
Siamo consapevoli che la Chiesa è il popolo di Dio, radunato nel vincolo di comunione della Trinità e chiamato a continuare la missione di salvezza di Gesù Cristo nella storia. Gli organismi ecclesiali, dunque, vanno intesi come una forma storica di partecipazione e di corresponsabilità. Il loro autentico significato è comprensibile solo in una rinnovata coscienza di Chiesa. Nella struttura della comunità cristiana la ricchezza dello Spirito si rende visibile in compiti diversificati e stabili, a partire da quello del pastore che guida la comunità. La diversità non elimina l’uguale dignità, fondata sul Battesimo. Tutti i battezzati sono chiamati alla santità e a portare il proprio contributo all’opera della salvezza.
Per vivere in maniera coerente e rinnovare il dono della comunione, ogni domenica la Chiesa celebra l’Eucaristia. In essa ogni comunità cristiana accoglie la Parola di Dio e il Pane della Vita, manifesta la sua identità e rafforza l’impegno per una coraggiosa missione evangelizzatrice.
Gli organismi di partecipazione sono chiamati ad esprimere, sostenere e promuovere questo dinamismo di comunione. A tal fine è importante che il Consiglio Pastorale Parrocchiale rifletta, approfondisca e preghi per crescere nell’ascolto della Parola di Dio e delle parole degli uomini. Uno sforzo continuo di conversione, nella mentalità e negli atteggiamenti, da parte di tutti i suoi membri, qualifica l’attività consultiva del Consiglio.
Non è semplice arrivare ad indicazioni unitarie quando c’è pluralità di modi di vedere. Il consenso andrà dunque cercato senza fretta, attraverso il confronto rispettoso e paziente, e ricordando che la preghiera consente una comunione più profonda.