2019/ Giu Giornata dei poveri

Papa: non sono numeri ma persone cui andare incontro
“La speranza dei poveri non sarà mai delusa” (Sal 9,19). Le parole del Salmo danno il titolo al Messaggio del Papa per la terza Giornata Mondiale dei Poveri che ricorre il 17 novembre. Ne sono protagonisti uomini, donne, giovani, bambini: vittime delle nuove schiavitù che li rendono immigrati, orfani, senzatetto, emarginati. I poveri sono il frutto sempre più numeroso di una società dai forti squilibri sociali che costruisce muri e sbarra ingressi e che vorrebbe sbarazzarsi di loro; ma sono anche coloro che “confidano nel Signore” e la Chiesa, come ciascun cristiano, è chiamata ad un impegno particolare nei loro confronti.
La Chiesa è “popolo”, chiarisce Francesco, con la vocazione di “non far sentire nessuno straniero o escluso” in quanto coinvolti tutti in un medesimo “cammino di salvezza” : Siamo chiamati, piuttosto, a toccare la sua carne per comprometterci in prima persona in un servizio che è autentica evangelizzazione. La promozione anche sociale dei poveri non è un impegno esterno all’annuncio del Vangelo, al contrario, manifesta il realismo della fede cristiana e la sua validità storica. L’amore che dà vita alla fede in Gesù non permette ai suoi discepoli di rinchiudersi in un individualismo asfissiante, nascosto in segmenti di intimità spirituale, senza alcun influsso sulla vita sociale

2019/ Giu Vocazione al servizio del cristiano

La vocazione del cristiano è a servire, non a “servirsi di”
La vita cristiana è per servire e […] poi è “una vita di gratuità”.
Il Signore va al nocciolo della salvezza: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”. La salvezza “non si compra”, “ci è data gratuitamente”, e Dio, infat-ti, “ci salva gratis”, “non ci fa pagare”.
E come Dio ha fatto con noi, così “noi dobbiamo fare con gli altri”. E proprio questa gratuità di Dio “è una delle cose più belle”.
Il Signore è pieno di doni da darci. Soltanto, chiede una cosa: che il nostro cuore si apra. Quando noi diciamo “Padre nostro” e preghiamo, apriamo il cuore, perché questa gratuità venga. Non c’è rapporto con Dio fuori dalla gratuità.

2019/ Giu Preghiera per i sacerdoti

Papa Francesco invita a pregare per i sacerdoti
“Non tutti – afferma il Santo Padre nel videomessaggio realizzato dalla Rete
mondiale di preghiera del Papa – sono perfetti, ma molti si mettono in gioco
fino alla fine offrendosi con umiltà e gioia … Sono sacerdoti disposti a lavorare sodo per tutti. Rendiamo grazie per il loro esempio e la loro testimonianza”.
Chi è il sacerdote?
Nel suo Pontificato Papa Francesco si è più volte soffermato sulla figura del presbitero. In un incontro con i parroci di Roma sottolinea che il prete “è uomo di misericordia e di compassione, vicino alla sua gente e servitore di tutti” chiamato ad “avere un cuore che si commuove”. Nell’omelia per la Santa Messa del Crisma (2018) il Pontefice ricorda che il popolo di Dio sente
per il sacerdote “che cammina in mezzo alla sua gente con vicinanza e tenerezza di buon pastore” qualcosa di speciale, “qualcosa che sente soltanto alla presenza di Gesù”.